Il libro che parla di civic hacking in Italia

Open Data, comunità informali, zone grigie e prototipi: ecco gli ingredienti del civic hacking per trovare soluzioni creative a sfide sociali concrete.

Creatività è trovare nessi nuovi fra cose note - Vilfredo Pareto

Perché ora

Dopo una lunga e onorata carriera di hackitivismo nell'ambito Open Data, Matteo vuole fare chiarezza.

Erika, dal canto suo, non riesce a capacitarsi di quanto poco vengano raccontati gli straordinari atti di civic hacking che ci sono in Italia.

Per chi scriviamo

Questo sarà un libro per i civic hacker, i maker e gli appassionati di openness. Chiunque senta l'esigenza di mettere le mani "in pasta", insomma.

Questo libro è anche per chi vuole capire che accidenti è il civic hacking concretamente.

Capitoli

Abbiamo diviso quello che vogliamo dire in cinque capitoli:

  • Open Data;
  • civic hacking;
  • comunità informali;
  • zone grigie;
  • prototipi.
Parole chiave

Alcune delle idee che saranno all'interno del libro (in ordine sparso):
remix, interesse pubblico, beni comuni, esperimenti, hackerare, informalità, cambiare i processi, amministrazione pubblica, resilienza, relazioni umane, inclusione, territorio, partecipazione, do-cracy, gioco, sfida, problemi, umiltà, replicabilità, sostenibilità.

Poca teoria, tante storie

Non vogliamo scrivere:

  • un manuale;
  • un'antologia;
  • un memorandum;
  • un'autobiografia;
  • una cosa lunga e pallosa;
  • un testo accademico;
  • un vademecum per la PA.
Abbiamo le storie, e ora?

Nell'estate 2017 i protagonisti del civic hacking ci hanno raccontato le loro esperienze dirette.

Cosa ne faremo? Le useremo nel libro per spiegare in maniera semplice (e con esempi concreti) come sbrogliare alcune matasse complicate. Fuori dal libro, nella nostra newsletter settimanale.

Parliamone

bookmark_border
Riflettiamo su cos'è il
civic hacking - Medium

Una pubblicazione per lanciare spunti e aggregare post lunghi intorno al tema del libro. Un punto dove riflettere sul civic hacking, gli Open Data, i prototipi, il rapporto tra amministrazioni e cittadini (e viceversa).

Se è vero che in Italia non si parla molto di civic hacking, questo è il modo migliore per iniziare la conversazione.

Ci troverai scritti sia di Erika che di Matteo. Ci saranno anche traduzioni di articoli rilevanti dall'inglese, se la licenza originale lo consente.

email
Aggiorniamoci sul civic hacking - Newsletter

Il sabato pomeriggio inviamo #CivicHackingIT, dove raccogliamo i link in italiano più interessanti sull’argomento civic hacking. Qualche volta troverai degli spunti in inglese, oltre agli aggiornamenti sul progetto del libro.

Odiamo lo spam, quindi promettiamo di non usare la tua mail in maniera impropria. Leggi l'archivio per vedere quelle passate.

whatshot
#CivicHackingIT
su Twitter